Per motivi di sicurezza gli stewards hanno fermato il turno con oltre tre minuti di anticipo e precluso a molti protagonisti, tra i quali il portacolori di ACI Team Italia Leonardo Pulcini, di utilizzare il secondo e decisivo set di gomme.

 

 

Monza, 6 settembre 2019

 

Nel turno di qualifica del settimo round stagionale del FIA Formula 3 Championship, di scena sul leggendario tracciato brianzolo, il diciottenne driver danese schierato dal Team Art Grand Prix Christian Lundgaard ha colto la seconda pole position nel campionato 2019, ripetendo l’impresa compiuta ad inizio agosto sui saliscendi dell’Hungaroring.

Il teenager di Hedensted, protetto della Renault, è l’unico driver ad aver siglato il miglior tempo in qualifica per due volte in questa stagione. Il turno è stato interrotto quando mancavano 3,45 minuti allo scoccare dei trenta minuti per motivi di sicurezza. Gli steward sono intervenuti perché si erano creati pericolosi gruppi di vetture che avevano ripetutamente rischiato di entrare in collisione.

I piloti che sono riusciti ad utilizzare il secondo set di gomme fresche hanno avuto un vantaggio decisivo. Alle spalle del driver danese ci saranno ben tre vetture del Team Prema, che ha colto uno straordinario risultato di squadra.

Il neozelandese Marcus Armstrong, portacolori del Ferrari Driver Academy, ha colto il secondo tempo precedendo i team mate Robert Shwartzman e Jehan Daruvala.

Il portacolori di ACI Team Italia Leonardo Pulcini è stato tra i protagonisti maggiormente penalizzati dalla prematura chiusura del turno. Il pilota della Capitale non è riuscito ad utilizzare il secondo e decisivo set di gomme nuove, non riuscendo ad andare oltre il ventiduesimo tempo. Come Luca Ghiotto nella categoria superiore, il romano è chiamato a una corsa di rimonta nella Race One che scatterà domani mattina alle ore 10:30. Anche le tre vetture schierate dal Team Trident non hanno certamente beneficiato della decisione di chiudere in anticipo il turno.

Il vincitore di Spa-Francorchamps Pedro Piquet non è andato oltre il quattordicesimo tempo e scatterà cinque posizioni alle spalle del team mate Niko Kari. Ventitreesimo tempo per Devlin Defrancesco.

Al vertice della classifica di campionato, ventitré lunghezze separano i portacolori del Team Prema Shwartzman e Daruvala.