Il portacolori di ACI Team Italia Leonardo Pulcini ha chiuso in quinta posizione al termine di un solido recupero. Il vincitore Robert Schwartzman, schierato dal Team Prema, ha subito un time-penalty di cinque secondi. Il successo è quindi stato assegnato a tavolino all’inglese Jake Hughes.

 

Spielberg, 30 giugno 2019

 

Nella seconda manche del FIA Formula 3 Championship, di scena sui saliscendi del tracciato austriaco del Red Bull Ring, la vittoria è stata assegnata a tavolino al pilota britannico del Team HWA Jake Hughes.

A passare per primo sotto la bandiera a scacchi era stato il diciannovenne pilota del Team Prema Robert Shwartzman, ma un time-penalty di cinque secondi comminato dagli stewards a causa di un contatto del pilota russo con il team mate Marcus Armstrong nel corso dell’ultima tornata ha riscritto l’ordine d’arrivo.

Alle spalle del vincitore ha chiuso l’indiano Jehan Daruvala, schierato dal Team Prema, che ha preceduto lo stesso Shwartzman.

Rimarchevole la rimonta del portacolori di ACI Team Italia Leonardo Pulcini che, dopo aver chiuso al nono posto la prima frazione, è ben risalito fino alla quinta piazza finale, dimostrando ancora una volta di conoscere molto bene l’arte del sorpasso.

Per la seconda volta in questa stagione il romano ha conquistato la zona punti e sembra essersi scrollato il momento negativo che ha caratterizzato le due prime uscite stagionali.

Sfortunata la seconda manche per il portacolori del Team Trident Pedro Piquet, che ha compiuto un testacoda alla prima curva dopo aver imboccato la piega a destra che segue il rettilineo principale in terza posizione. Per il team milanese da segnalare l’ottima rimonta del pilota finlandese Niko Kari, che ha conquistato la zona punti.

In cima alla graduatoria di campionato, sono soltanto otto le lunghezze che separano, a vantaggio del teenager russo, i compagni di squadra Shwartzman e Daruvala.

Il prossimo appuntamento stagionale è previsto a Silverstone il fine settimana centrale del mese di luglio.