Il portacolori romano di ACI Team Italia ha ottenuto il sesto tempo nelle qualifiche della seconda corsa stagionale della categoria. Alcune modifiche di assetto compiute dopo il turno di prove libere non hanno fornito gli effetti attesi.

 

Le Castellet, 21 giugno 2019

 

Nel turno di qualifica del secondo round stagionale del neonato FIA Formula 3 Championship, l’esperto driver britannico del team HWA Jake Hughes ha colto la pole position grazie ad un giro perfetto effettuati negli ultimi secondi della sessione di qualifica, che non ha concesso ai suoi rivali di reagire. Il venticinquenne pilota di Birmingham non aveva conquistato alcun punto nel primo appuntamento stagionale di Barcellona e la sua supremazia era inattesa.

Alle spalle del leader del turno hanno chiuso i due portacolori del team Prema Jehan Daruvala e Robert Shwartzman, che è anche alfiere del Ferrari Driver Academy.

Ai piedi del podio ha chiuso un convincente Pedro Piquet, schierato dal Team Trident. I team tricolori avranno quindi ben tre vetture nelle prime due file sullo schieramento di partenza della Race One che scatterà domani mattina alle ore 10:30.

Assai positivo è anche il quinto posto del neozelandese Marcus Armstrong, schierato dal team Prema e portacolori del FDA, che ha preceduto l’alfiere di ACI Sport Leonardo Pulcini.

Il ventenne pilota della Capitale, apparso molto competitivo sin dal turno di prove libere, non ha tratto beneficio da una modifica apportata al set-up della sua monoposto in vista delle qualifiche.

Per il romano, la manche di domani si annuncia comunque una corsa di recupero. Soltanto dodicesimo ha chiuso il portacolori dell’ Art Grand Prix Christian Lundgaard, grande protagonista a Barcellona e secondo nella graduatoria di campionato.

Il team Trident ha conquistato anche la nona posizione con Niko Kari e la diciannovesima con Devlin de Francesco. Alessio

Deledda chiuderà invece lo schieramento con la sua ventinovesima posizione finale.

 

 

Leonardo Pulcini, ACI Team Italia, Hitech Gran Prix, scatterà dalla terza fila.

 

“E’ stata una sessione di qualifica anomala: le modifiche apportate al mio assetto dopo le prove libere non hanno mantenuto le attese. In mattinata, nel terzo settore ero parecchio veloce, mentre nel pomeriggio non riuscivo a spingere. Domani, mi attende una corsa in rimonta!”.